Trova la… somiglianza!

con Nessun commento

 

” La pratica dello yoga, come per qualunque arte e disciplina, è passata attraverso tantissime trasmissioni, che implicano tantissime comprensioni, tantissime interpretazioni, tantissimi rivoli e rivoletti

Allora, si presenta il problema di chi seguire? In realtà no.

Se siete sintonizzati su un certo tipo di insegnamento lo troverete, se siete sintonizzati su un altro tipo, lo troverete. Se cercate qualcuno che vi mantenga per sempre nell’aspettativa di diventare più e meglio di quel che siete, lo troverete, e con lui/lei rimarrete nell’aspettativa, nella speranza, compagne dell’illusione e della frustrazione.

Oppure troverete qualcuno che vi aiuta ad osservarvi come siete in quel che accade. Questo tipo di pratica lucida fa si che dopo un certo tempo cominciate ad accorgervi che intanto siete esattamente come tutti gli altri, vale a dire che tutte le qualità di chi vi piacciono negli altri sono le stesse in voi e tutti i difetti di chi detestate sono ugualmente in voi.

SCOPERTA SALUTARE E LIBERATORIA.  VI permetterà di NON ESALTARVI E NON DETESTARVI, e nemmeno DI ESALTARE O DETESTARE L’ALTRO.  Primi passi perchè il cuore inizi a disserrarsi. E di pari passo il respiro inizierà a disserrarsi”.

La “tecnica principale” di respirazione dello yoga dunque potrebbe essere prima di tutte quella di comprendere e accogliere se stessi e di conseguenza gli altri, accettare e riconoscersi nell’altro. Senza aspettative, senza rigidità, senza nessuna pretesa di sentirsi o diventare migliore degli altri. 

Si apre il cuore, si sblocca il diaframma con un “piccolo” clic della mente…

Così piccolo da cambiare il proprio respiro, così piccolo da cambiare il respiro dell’universo.

Namaste

Elisa

respiro_cosciente_e_circolare-e1367833385994

Lascia una risposta