Il Riscatto della Luna

con Nessun commento

“Non giurare sulla luna, questa incostante che muta di faccia ogni mese, nel suo rotondo andare!”
W. Shakespeare
Questa riflessione è dedicata a tutte le “ragazze” che, come me, si giustificano ogni volta che acquistano “solo un maglioncino tesoro, non avevo più niente nell’armadio!”, semplicemente perché in realtà “…gli è girata la luna”e hanno avvertito il desiderio…..di “qualcosa di nuovo da mettere”.
In appena 5 mosse intendo sciogliere definitivamente ogni senso di colpa rispetto ai vostri acquisti apparentemente impulsivi e sarete per sempre liberate e felici. Pronte?
1. Gli acquisti impulsivi potrebbero definirsi comportamenti Lunatici, dunque imprevedibili al punto da far capitolare ogni buona intenzione al risparmio e ogni promessa a mariti e compagni di integra e sana astinenza da abitini e accessori deliziosi.
2. La Luna è femmina, si sa! Da sempre ogni cultura associa il femminile all’astro d’argento: nel taoismo Luna è Yin, il femminile del Tao; nella fisiologia sottile Yogica Luna è Ida o Chandra Nadi, il canale energetico legato al femminile; nei riti pagani il principio femminile della divinità è associato alle fasi lunari; San Francesco la chiama Sorella Luna; per avvicinarci ad oggi, nel secolo scorso Alan Sorrenti ci cantava Donna Luna, e con questo siamo a posto! O forse no, non lo siamo in effetti… Sister Moon di Sting, quella si che chiude il cerchio (si accettano suggerimenti da chi è Maestro).

3. Lunatico definisce chi subisce l’influsso delle fasi lunari e di solito si intende di persona soggetta a sbalzi d’umore, a ire repentine o anche,semplicemente bizzarra, imprevedibile.

4. Ma la Luna è di fatto la perfezione della ciclicità, il ritmo incessante della vita, la pulsazione, il battito, il crescere e il decrescere, nascita e morte, con una scadenza costante, precisa, assoluta. Lunatico quindi, definisce il perfetto, istintivo, vitale ritmo cui è impossibile sottrarsi. Grazie Roberto Mercadini per avermi restituito l’essenza della Luna con il tuo ” inno allo sbaglio che migliora, alla perdita che arricchisce, alla caduta che innalza, alla difficoltà che mette le ali ai piedi, alla pecca che si rivela –infine- una forma superiore di perfezione.” Se non l’avete ancora visto, semplicemente fatelo in “Se fossi la tua ombra mi allungherei a mezzogiorno”.

5. E qui la chiudo in 5 mosse, ragazze! Nessun senso di colpa, solo vita, solo desiderio ciclico di rinascere, mostrarsi, esplodere, manifestarsi. E se questo è suggellato da un nuovo acquisto emozionato, beh allora, che vita sia: colorata, preziosa, maliziosa come una camicetta a fantasia “lunatica” stretta da una gonna di pelle nera sicura e decisa, “Sister moon will be my guide”!

E allora usciremo ancora, in un nuovo “travestimento”, che ci farà guidare il mondo!

DSC_0002 DSC_0003 DSC_0006 DSC_0012

Lascia una risposta