L’incastro perfetto

con Nessun commento

Ci sono cose nella vita che funzionano ad ‘incastro’. Più le cose si incastrano,più il risultato è funzionale. Più sei brava ad incastrare gli impegni della tua agenda,più cose farai in un giorno; più idee incastri, a più cose darai forma;più sai sfruttare gli spazi,più cose in un ripiano potrai mettere.Tutta questione di incastri. E la capacità di incastrare appuntamenti,lavatrici,pic-nic, lunghe passeggiate,figli, è ‘donna’. Dovremmo essere esperte,insomma. E voi magari lo siete! Ma…che mi dite del momento in cui si deve preparare una valigia e partire?!?!?!!?

Fare la valigia è un gioco di incastri. Ma non è un gioco.

…prima del piacere (della vacanza),il dovere ( giocare all’ ‘incastro vincente’).

La prima cosa che faccio è scendere in cantina e passare in rassegna quel che ho,fra trolley,borse,borsoni,zaini,zainetti e scegliere la capienza giusta in base ai giorni di permanenza.

Trionfante,vado in camera e apro armadi, cassetti e cassettoni: per scegliere occorre avere davanti agli occhi tutte le opzioni possibili.

Scelgo cosa mettere in valigia in base alla destinazione: una fissa. Una delle mie,niente panico. Mi piace immergermi nelle diverse realtà,anche per pochi giorni: quello che mangia la gente, le loro abitudini secolari, i colori di cui si ricoprono.Il gioco pare fatto! E infatti non impiego neanche troppo tempo. Una distesa sopra il letto,pronta per essere incastrata in valigia!

Ma il beauty?! Ogni donna non si muove senza il suo personalissimo beauty. Piuttosto dimentica la tessera sanitaria ma non di certo il suo beauty: spiegatemi come si fa,please!!! Il mio assume ogni forma possibile per via dello spazzolino,del deodorante a spray e di tutte quelle cianfrusaglie inutili che a casa non sapevi neanche di avere,ma che in vacanza hai deciso diventeranno indispensabili,e poi fatico a chiudere la valigia!

…mancano ancora i libri da leggere sotto l’ombrellone, la macchina fotografica, gli n.caricabatteria e supporti vari di tutta la tecnologia che ci portiamo nelle tasche… 

Guardo la prima bozza di quell’incastro e quasi soddisfatta,ecco che mi vengono in mente le scarpe! Le scarpe! E dove le metto,ora, le scarpe?! Minimo minimo occorrono un paio di infradito,un sandalo basso,un sandalo alto,una scarpa da ginnastica comoda per il giorno dedicato alle escursioni e…ok,la valigia non si chiuderà mai più!

…ci sarà un tutorial che insegni a fare la valigia?! Deve esserci…ne esiste uno per tutto…accendo il pc?! 

Ho incastrato tutto,o almeno credo. A tratti rimpiango di non aver speso nemmeno il tempo di una lezione della mia vita a karate o arti marziali o taekwondo,ma non mi lascio intimidire.Prima con il ginocchio,poi se serve con quasi metà del corpo,faccio pressione sulla valigia perchè finalmente si possa chiudere. A volte vinco,altre perdo. A volte finisce lì il match (Giulia vs valigia),altre prosegue. Eh sì, perchè se hai scelto di viaggiare comodamente in aereo, sai che esiste un altro ostacolo: la bilancia!

Pare insomma che anche la valigia debba superare la prova costume per potersi imbarcare e allora,quando pesa di più dei limiti stabiliti,sei sull’orlo di mollare tutto e non partire!

Riaprire la valigia,sbarazzarsi del superfluo,giocare un altro match (vs valigia) per chiuderla,ripesarla e…incrociare le dita!!!

Arriva il momento e vi giuro che arriva,che la valigia è un incastro perfetto,senza un chilo di più. Si può partire. A Luglio inoltrato l’odore di vacanza si avvicina per tutti. .

…una questione di incastri…è tutta una questione di incastri…sì,la valigia…pancia,libertà,odori… gli ingredienti per una super vacanza!

318802_507533342597553_1576283189_n

 

Lascia una risposta