QUANDO ARRIVANO I 40

con Nessun commento

Il 6 Luglio del 2015 avevo 39 e 364 giorni, vivevo l’inconsapevolezza del domani, non mi ero ancora posta domande sui miei primi quarant’anni.
Ho scoperto nelle giornate successive la forza di gravità, non è piacevole, ma ho scoperto anche che non c’è rimedio, se non andare a vivere sulla luna, oppure farsi ibernare.
A distanza di quattro anni, ne sto per compiere 44, ho elaborato il lutto del mio corpo ed ho scoperto come convivere con il degrado, perché i 50 saranno peggio, almeno godiamoci qualche anno di giovinezza, cosa che penserò anche a 54 anni probabilmente, sono cicli di vita.
Quali sono i consigli che posso darvi se state, o avete passato i 40 ed ancora non avete fatto pace con la vostra età?
Primo tra tutti: avere un compagno più grande, aiuta lo spirito, c’è sempre chi è più vecchio di te in casa, se lo sa mi lascia e ne trova una ancora più giovane.
Secondo: continuare o cominciare a fare attività fisica, diminuisce lo stress in generale ed aiuta ad attutire i danni del tempo.
Terzo: prendersi tanta cura di noi, questa è l’età della consapevolezza, per me è stato come rinascere in un nuovo corpo, imparare ad accettarlo e riconoscere che la differenza è data dalla nostra ANIMA, che non invecchia, che sorride, stupisce e resta sempre bambina.
Avete presente i libri e le storie che si sentono sul generare pensiero positivo?
Credo sia alla base di tutto, se abbiamo un energia positiva dentro di noi, affronteremo le giornate come a vent’anni, con in più tanta esperienza e consapevolezza, siamo quello che decidiamo di essere, se i nostri corpi dicono 40, i nostri occhi ed i nostri sorrisi dicono 20 felici.
Non esiste una chiave universale per star bene con se stessi e con l’età che abbiamo, bensì esiste il click che può fare il nostro cervello in una giornata qualunque di un momento qualunque, cerchiamolo per fare una differenza di qualità nelle nostre vite, il momento di ACCETTAZIONE è quello che ci salva dalla chiusura con il mondo.

Quando arrivano i 40 potete anche fare appello alla chirurgia estetica, oppure rivolgervi ad uno psicologo ma prima o poi il momento di accettazione dovrà arrivare, cercate il CLICK.

Nicoletta

Lascia una risposta