Timida Cliente in Vichy

con 1 commento

Ogni volta che una donna entra in bottega, insieme a lei appare tutto un mondo, un’energia speciale, unica, affascinante. Da come sfoglia gli abiti, da come si sofferma su un colore piuttosto che un altro, da come chiede se può provare qualcosa … tutto racconta di lei nei primi istanti in cui arriva ad illuminare un negozio con la sua luce speciale.

Ed è così intrigante stare dall’altra parte, dalla parte di chi accoglie e osserva, che non cambieremmo questo lavoro con nessun altro al mondo! Perché abbiamo l’occasione di incontrare bellezze così diverse, raccogliere un campionario vastissimo di bisogni, emozioni e sensazioni, che ognuna di voi è uno spunto di riflessione e motivo di crescita personale e reciproca.
E a volte capita che da un particolare, un tatuaggio, un taglio di capelli originale, un paio di occhiali, riusciamo ad intuire un mondo, uno stile, una bellezza che proprio quell’abito riuscirà ad esaltare. Riuscire a scivolare nei desideri, nei gusti e negli occhi della cliente e sentire come le piacerebbe vedersi riflessa allo specchio: che divertimento!
E così la nostra timida cliente, che proprio per questo chiamiamo così, è entrata in bottega con il suo fascino speciale un po’ celato dalla fretta di un acquisto veloce; ma subito dalla voce, dallo sguardo, dall’energia così femminile e un po’ retro’, è emerso il suo mondo e così  Eli e Nico, streghette di stile, si sono guardate con gli occhi a quadretti!
Un abito fresco in vichy, tendenzialmente estivo, con una cintura alta a sottolineare una vita da vespa, tacco e trench iperfemminile per giocare con le stagioni e imbrogliare un tessuto leggero facendolo sentire di mezza stagione… nulla è come sembra! Basta giocare un po’: sovrapposizioni, capispalla intelligenti, un calzino stiloso e gli abiti si possono vivere no stop, 4 stagioni!
Lo stile un po’ rockabilly e un po’ naif della nostra timida dolcissima cliente ci ha riportato subito alla mente un’immagine da pin up stretta in vita da una cintura che enfatizza le curve ammiccando sorridente sotto gli occhialini da brava ragazza, colorata in una minimale fantasia bianca e blu, tipica dei tessuti della francese Vichy. Ed eccola trasformata in una vezzosa e un po’ ironica icona anni ’50, resa ancor più femminile e attuale dal trench a taglio dritto dalla vestibilità slim! Un po’ Bardot, un po’ Hepburn, tutto però unicamente interpretato dall’energia e dalla femminilità di una timida rossa che ha giocato con noi e con se stessa e ci ha regalato momenti di grande divertimento e soddisfazione!

DSC_0020 DSC_0021 DSC_0022 DSC_0023 DSC_0024 DSC_0025

One Response

  1. carmen vecchio
    | Rispondi

    questo abito e’ delizioso
    Mrs NoOne

Lascia una risposta