Il salottino prova di Elisa

con Nessun commento

“Proprio in quei salottini si svolgeva uno dei momenti chiave del nostro lavoro: la prova.
Il salotto di prova infatti è come lo studio dello psichiatra; qui la cliente deve sentirsi a casa propria, libera di buttare a terra i vestiti e di essere se stessa”
( Cit. in Gnoli, Rizzoni, 2001, p.38).

Una questione di forme, il dilemma che divide le donne, la percezione della propria fisicità sceglie per noi la veste giusta, ma chi è di fronte cambia la prospettiva e capovolge le linee.
Questo è il gioco della vita, ma anche del nostro mestiere, aprire le porte ad uno stile diverso, percepire sgomento in quello che si visualizza allo specchio ma anche incredulità, girando e rigirando su stessi chiedendosi se quella riflessa è la stessa persona.

Mi prendo gioco di lei, Elisa, l’accompagno alla prova mentre nella mia mente scorre il film delle sfilate: cerco la fluidità di Marni, la raffinatezza floreale di Dries Van Noten, la rude girl in pelle di Balmain, i colori del deserto, la libertà e l’innocenza Hippy.

Giacca in camoscio, collana e denim Selected femme.
Casacca Souvenir.
Scarpe Geneve.

Vendiamo moda e passione, ci lasciamo ispirare dai grandi per proporvi i piccoli e la nostra interpretazione dei brand, ottenendo risultati soddisfacenti sia per il corpo che per il portafoglio.

Lascia una risposta